Riparazione artroscopica della cuffia dei rotatori

La riparazione artroscopica della cuffia dei rotatori è una chirurgia minimamente invasiva eseguita attraverso piccole incisioni, di circa 1cm ciascuna, denominate portali artroscopici, con un artroscopio e con delle sonde che permettono di riparare la lesione utilizzando delle viti solitamente in titanio (denominate ancore) e dei fili per la sutura.
Queste suture reinseriscono i tendini al tessuto osseo dell’omero consentendone la guarigione.

Durante l’intervento artroscopico vengono trattate anche le lesioni del capo lungo del bicipite brachiale (tenotomia o tenodesi) ed effettuate una borsectomia sub-acromiale e una acromionplastica.
Tale procedura consiste nel regolarizzare un’eccessiva prominenza dell'acromion della scapola quando il paziente soffre di sindrome da sindrome da conflitto sub acromiale.

I vantaggi dell'artroscopia rispetto alla chirurgia della spalla aperta comprendono: incisioni più piccole, minimo trauma dei tessuti molli, meno dolore, minore tasso di infezione.

Riparazione artroscopica cuffia rotatori